Tecnologia

Ubuntu 11.10 Oneiric Ocelot: prime impressioni

Torno a scrivere dopo tanto tempo sul mio sito internet personale e la spinta a farlo viene dalla nuova release di Ubuntu. Uscita ieri la versione 11.10, Oneiric Ocelot, ho voluto subito provarla perché sinceramente era già qualche mese che l'aspettavo incuriosito.

Digressione. La mia storia è questa: mio padre mi mette un personal computer davanti agli occhi all'età di 12/13 anni circa: è un 486 con Windows 3.11. Nasce di lì a breve la mia passione per l'informatica (mi ritrovo a 12 anni a studiare i corsi PC Subito su floppy disk), per la tecnologia e, ad oggi, per tutto il settore ICT. Inevitabilmente cresco di pari passo con mamma Microsoft. Windows 98, Windows ME, Windows XP, oggi Windows 7. Durante gli anni universitari conosco Linux. Obbligato ad utilizzare Debian sui pc del laboratorio, per il mio pc portatile scelgo Ubuntu (per chi viene da Windows pare sia un approccio meno tosto). Ma è sempre un rapporto a regime alternato. Non mi fido. Lo prendo e lo lascio. Lo prendo e lo lascio. Perché l'ho presa così larga? Perché questo sito internet, in quanto personale, è qualcosa che interessa in primis me, e vi assicuro che vorrò rivedere tutto questo tra qualche anno. Mi piacerà leggere quello che sto scrivendo! Mi piacerà sapere che dopo quasi 15 anni di Windows, un bel giorno, così quasi per follia, decisi di complicarmi la vita e di tuffarmi in una nuova avventura, "obbligandomi" ad utilizzare Linux a tempo pieno per il mio pc domestico, e non saltuariamente come capitava di dover fare per studio/lavoro. Anche perché poi finché hai Windows sotto, se ci sei nato, ci torni! Il motivo? Non voglio essere bugiardo: non è questione di antivirus inesistenti, maggiore stabilità, infiniti programmi open, possibilità potenziale di modificare lo scibile del sistema operativo stesso, la Microsoft è brutta e cattiva, ecc. Vi dico la verità. Lo faccio perché ho bisogno di stimoli e ho voglia di imparare, una volta per tutte. Semplicemente questo. Anche se ne ho mille da fare in questo momento, spero di poter trovare un briciolo di tempo anche per questo. Ci provo. Quindi da ora in poi, chi avrà voglia di seguirmi, si beccherà qualche racconto della mia quotidiana battaglia (perché lo sarà) con un sistema operativo che attualmente NON è in grado di darmi quello che voglio SUBITO... ma dopo svariati e caparbi tentativi.

Bene. Molto brevemente. Scaricata la .iso e masterizzata. Installato Ubuntu senza la minima difficoltà. Noto che negli anni hanno migliorato alla grande la procedura di installazione, rendendola davvero a prova di comune mortale. Qualche anno fa, per uno che non aveva mai avuto modo di mettere le mani su Linux, installarne una distribuzione non era affatto cosa banale. All'avvio vengo proiettato nel nuovo ambiente Desktop: Unity, che sostituisce il vecchio Gnome 2. Non male, anche se un po' troppo MAC-style per i miei gusti. Comunque per adesso me lo tengo. Poi si vedrà... Chiaramente chi volesse può piallare via Unity ed installarsi il classico ambiente desktop. Come? Bè, la cosa bella del nostro mestiere è che Internet è lo strumento principale, la chiave per fare tutto. Ci sono guide ovunque per fare qualunque cosa. About Linux spero di poterne scrivere qualcuna anche io prima o poi.. vedremo. Nel frattempo consiglio due link (e chiudo), visto che è inutile replicare contenuti già ottimi.

Questo è un articolo che suggerisce alcuni passi da fare dopo la prima installazione di Ubuntu 11.10. Terminati questi passi vi verrà in mente di iniziare a vedere come va con le vostre periferiche, prima fra tutte la stampante. Ed eccoci all'acqua (come si dice dalle mie parti): avete una stampante USB? Collegatela e stampate! (soprattutto per le HP) Avete una stampante di rete? Magari wireless? Allora la procedura è meno immediata, ma come sempre una soluzione si trova a tutto! Ed ecco qui l'articolo risolutivo per chi possiede una stampante di rete wireless HP (tra l'altro mi fa piacere pubblicarlo perché è preso da un sito internet di un ex novizio... incoraggiante!)

Arriviamo al punto. Le mie prime impressioni: sempre meglio. A me piace. Mi pare che Ubuntu si stia sempre più avvicinando ad un sistema operativo davvero alla portata di tutti. E questo è importante. Ci vuole poco ad affascinare uno come me che con queste cose c'è nato e ci vive a contatto praticamente tutti i giorni. Ma se si riesce ad attirare l'attenzione e la voglia di sperimentare coinvolgendo anche chi solitamente è restio a certe cose, se si riesce ad attrarre i più scettici in materia, allora si ha un merito maggiore secondo me! Quindi, anche se per ora a livello tecnico ho potuto apprezzare ben poco (ottimo il Software Center pieno zeppo di applicazioni per tutti i gusti e liberamente scaricabili e gradevole il nuovo ambiente desktop Unity), anche se non posso dirvi che il nuovo kernel rappresenterà la svolta, sono contento di dirvi che mi piace quel che vedo. Alla prossima e buona installazione a tutti! Osate!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Login

Ultime notizie

Tags popolari

Nessun tag trovato.